Viaggi e salute: come ricevere consulenza medica anche in vacanza - Semplice come
Viaggi e salute: come ricevere consulenza medica anche in vacanza

Precedente

Italia intatta: come conoscere e preservare i luoghi più incontaminati d’Italia

Successivo

Palazzo Bonaparte: storia e 5 dettagli da non perdere di uno dei palazzi più belli di Roma

Innovazione

Viaggi e salute: come ricevere consulenza medica anche in vacanza

31 Luglio 2019
Condividi su FacebookTwitta su TwitterCondividi su LinkedIn

Tempo di ferie significa tempo di viaggi, per molti. Nel rito della preparazione della valigia, quando si va all’estero, non può mancare un’attenta valutazione dei farmaci che possono servire in caso di imprevisti. Ma cosa succede se in un paese straniero capita di avere un’urgenza di tipo medico, con conseguente necessità di contattare uno specialista o di interpretare i propri sintomi? Anche in questo, la tecnologia può venirci in aiuto. Ecco come. 

1 –  Consulto via video

Esistono diverse soluzioni che consentono di contattare uno specialista e avere un consulto diretto, via video o via telefono, da ovunque ci troviamo. Se ci troviamo dall’altra parte del mondo e abbiamo bisogno di parlare con un pediatra, un nutrizionista o un cardiologo possiamo farlo, ad esempio grazie a uno specifico servizio a pagamento. Certo, anche all’estero è possibile contattare un medico, ma la barriera linguistica in questi casi può farsi sentire. Grazie al nostro smartphone, invece, possiamo ricevere l’aiuto di cui abbiamo bisogno in modo facile e veloce

2 – Saper leggere i sintomi

Lo sappiamo tutti: cercare su Internet i propri sintomi non è mai una buona idea! Può esserlo, però, affidarsi a un’app medica seria e affidabile che sappia aiutarci a interpretare in maniera corretta il modo in cui ci sentiamo. Ne esistono di generiche e anche di specifiche: ad esempio, quelle che ci aiutano a fare un’autovalutazione sui nei, sul cuore, sulla frequenza cardiaca e molto altro ancora. Questi strumenti possono aiutarci ad avere un’idea più precisa della natura dei nostri sintomi ma, ovviamente, per una diagnosi completa è indispensabile un consulto con il proprio medico

3 – Archiviare i dati

Il nostro telefono può essere molto utile anche per archiviare i dati relativi alla nostra salute: dati medici già tradotti, il nostro storico, i remainder per i farmaci. Tutto ciò che riguarda il nostro benessere, può essere a portata di mano ovunque. Non dimentichiamo che alcune app possono consentirci, ad esempio, di capire come si chiama il farmaco che ci serve in un paese diverso. 

Insomma, la salute del viaggiatore trova un’ottima alleata nella tecnologia. Per partire senza preoccupazioni!

Iscriviti alla newsletter