Breve guida ai podcast - Semplice come
Breve guida ai podcast

Precedente

Facebook: com’è cambiato il social

Successivo

5 consigli per chi si sta preparando a una maratona

Società

Breve guida ai podcast

di Sara Poma - 26 Marzo 2019
Condividi su FacebookTwitta su TwitterCondividi su LinkedIn

Tutto è (ri)niziato nel 2014 con Serial, un podcast americano a tema investigativo che raccontava di un caso irrisolto accaduto in un liceo di Baltimora. Serial e la sua autrice Sarah Koening hanno compiuto un piccolo miracolo: hanno rianimato e ridato vita a un formato che esisteva da almeno tredici anni ma che, nell’era dei social media, stava lentamente morendo. Serial, infatti, rimane a tutt’oggi il podcast di maggior successo che sia mai stato prodotto, con 175 milioni download, tre stagioni all’attivo e innumerevoli tentativi di imitazione. Dal 2014 a oggi, la curva di ascolto dei podcast è in crescita costante, arrivando al picco dello scorso anno in cui, secondo Podcasting Insights, 144 milioni di americani, ovvero il 51% dell’intera popolazione, ha ascoltato almeno un podcast.
Ma facciamo un passo indietro.

Cos’è esattamente un podcast

Da non confondersi con il semplice streaming di una trasmissione radiofonica, il podcast è un contenuto audio che, nella maggior parte dei casi, ha alla base uno script e ha degli inserti di montaggio – rumori di fondo, colonna sonora, inserti documentaristici, interviste pre-registrate. Immagina un documentario a puntate in versione audio: un podcast, il più delle volte, è un racconto di approfondimento su un particolare tema, su un personaggio o su un caso di storia o attualità, che viene narrato a voce. Non esiste, però, un vero e proprio standard: ci sono anche podcast quotidiani – senza script o montaggio – in cui si commentano le ultime notizie di politica, economia, cultura o gossip.

L’importanza dell’host

Quello che è certo è che l’80% del successo e della riuscita di un podcast deriva dal suo narratore, tecnicamente detto host. Di solito, l’host non si limita a raccontare la storia ma è colui che la scrive, aiutato da un team di produttori, curatori e (nel caso dei podcast a tema storico, politico, economico o sociale) fact-checker, ovvero persone che si assicurano che tutte le informazioni contenute negli episodi siano corrette e verificate. Spesso gli host sono giornalisti o personaggi famosi, a volte anche volti televisivi. In Italia, una delle host più note è Michela Murgia, autrice e narratrice di Morgana.

Dove si ascoltano i podcast

Principalmente da mobile – secondo i dati di Edison Research almeno per il 69%.  Forse non tutti sanno che sugli smartphone con sistema iOS è presente di default l’app Podcast, su cui vengono caricati tutti i principali show. Per Android invece basta scaricare un’app come Castbox o Spreaker (quest’ultima “gira” anche su IOS e ci trovi anche i mini-podcast di Semplice Come!).

Ci sono poi piattaforme che seguono lo stesso modello di Netflix, ovvero combinazione fra produzioni originali e realizzate da altri player. Le principali sono Stitcher, Audible (di proprietà di Amazon, l’unica fra quelle citate a non essere gratuita) e Spotify. Sì, lo stesso Spotify che si usa per ascoltare la musica. Non solo l’azienda svedese ha da poco acquisito la piattaforma Gimlet Media che produce podcast originali; sembra che nel 2019 Spotify investirà 500 milioni di dollari solo in acquisizione di podcast originali, con la previsione che entro il 2020 il 20% degli streaming sulla piattaforma saranno generati da podcast. Infine, anche in Italia il mercato sta crescendo. Secondo una ricerca di Nielsen dello scorso anno, negli ultimi tre anni gli ascoltatori abituali di podcast si sono più che triplicati, passando dagli 850.000 del 2015 ai 2.7 milioni del 2018.

Non è un caso quindi che piattaforme italianissime come Storielibere.fm e Piano P siano sempre più attive nella produzione di contenuti originali.

Sara Poma

Sara Poma

Sara Poma si occupa di contenuti da 20 anni. Lo ha fatto per MTV, Twitter Italia e DOING. È appassionata di podcast ed è curatrice di Romantic Italia, un podcast sulla musica italiana scritto e raccontato da Giulia Cavaliere per Storielibere.fm

Iscriviti alla newsletter