Cosa possono imparare i bambini facendo teatro - Semplice Come
Teatro: cosa possono imparare i bambini

Precedente

Oscar 2019: come vengono stabiliti i vincitori?

Successivo

Marc Chagall: la vita in 5 tappe

Società

Cosa possono imparare i bambini facendo teatro

26 Febbraio 2019
Condividi su FacebookTwitta su TwitterCondividi su LinkedIn

Il teatro è un’attività culturale che può avere una grande forza educativa, soprattutto per quanto riguarda i più giovani. Dedicarsi a un’attività teatrale può avere effetti positivi anche per quanto riguarda lo sviluppo di alcune competenze. L’attitudine al lavoro di gruppo, ad esempio, o la capacità di concentrarsi.

Ne abbiamo parlato con  Simonetta Bonato e Andrea Giacomini dell’area formazione della Fondazione Teatro La Fenice, che propone ogni anno attività dedicate al pubblico dei giovanissimi. Attività che coinvolgono il mondo della scuola e delle famiglie. In particolare, Bonato e Giacomini ci hanno raccontato quali effetti positivi può avere sui più giovani il teatro musicale.

In che modo è possibile far avvicinare i bambini al mondo del teatro musicale?

Il coinvolgimento può avvenire proponendo programmi ideati a misura di bambino.  Le attività dedicate alle scuole devono tenere conto delle diverse competenze e delle specificità pedagogiche. Per i progetti dedicati alle famiglie la funzione principale è quella della condivisione adulto/bambino in un contesto immaginifico come il Teatro La Fenice, luogo di accoglienza, al fine di “imparare divertendosi”.

Fare teatro musicale può insegnare ai bambini il valore di un lavoro collettivo, dello stare in gruppo?

L’esperienza di un laboratorio didattico alla Fenice ha tra i suoi obiettivi anche quello di sviluppare le competenze trasversali per condividere e saper risolvere insieme giochi e attività. Spesso usiamo la forma orchestrale per far comprendere che all’interno di un gruppo tutti hanno un compito e svolgendolo in armonia si può creare un prodotto artistico, come succede appunto in una “vera” Orchestra.

A livello di caratteristiche più personali, cosa possono imparare i bambini che si dedicano a un’attività teatrale?

La vita a volte frenetica dei bambini e degli adolescenti di oggi, complice anche la tecnologia, li porta a perdere la capacità di concentrazione. Le attività ludico musicali proposte nelle nostre attività li aiutano, sempre attraverso la pratica musicale e il gioco, ad imparare a concentrarsi, a pensare e allo stesso tempo a liberare la loro fantasia creativa.

Il teatro musicale può essere insegnato attraverso il gioco?

Siamo assolutamente di questa opinione. A volte gli insegnanti e le famiglie pensano che per avvicinarsi alla musica e al teatro musicale siano necessarie particolari capacità, ma non è così. Se opportunamente guidati tutti possono fare musica e il gioco è il modo migliore per sedimentare l’esperienza.

Come cambia l’approccio per i bambini più piccoli – quelli della scuola primaria – e quelli più grandicelli?

I bambini dai 5 ai 10 anni hanno una mente molto aperta,. Sono curiosi, interessati a tutto, hanno maggiore facilità nel mettersi in gioco e hanno una partecipazione molto attiva. Questo non significa però che accettino ogni proposta. La progettazione didattica è pertanto molto complessa, e per poter raggiungere l’obiettivo che i bambini acquisiscano vere e proprie competenze dobbiamo tener conto di moltissime variabili. Gli allievi della scuola media, per essere coinvolti, devono ricevere strumenti adeguati, finalizzati allo sviluppo di abilità superiori quali ad esempio il problem solving. Nell’ideazione dei laboratori didattico-musicali dobbiamo tenere conto pertanto anche di queste dinamiche, con l’obiettivo di vederli ritornare più e più volte in teatro, grazie alla positività dell’esperienza vissuta.

I più piccoli apprendono meglio i concetti culturali attraverso attività pratiche?

Il “fare” per i più piccoli è molto importante, e lo è ancor di più l’interazione con le persone che amano: la mamma, il papà, il nonno. L’esperienza collettiva di ascoltare musica, di cantare e suonare insieme anche soltanto percuotendo due legnetti in un luogo bello come il nostro teatro non ha prezzo e vi assicuriamo che non si dimentica più!

Iscriviti alla newsletter