TED: cosa sono e come si organizzano i TEDx - Semplice come
TED: cosa sono e come si organizzano i TEDx

Precedente

Come si crea una squadra

Successivo

STEM: come e quanto cresce la presenza femminile

Società

TED: cosa sono e come si organizzano i TEDx

15 Gennaio 2019
Condividi su FacebookTwitta su TwitterCondividi su LinkedIn

Il marchio Technology Entertainment Design, meglio conosciuto con la sigla TED, è diventato famoso in tutto il mondo e indica le conferenze  tenute dal vivo da personaggi di spicco della cultura internazionale. Il TED principale si tiene a Vancouver (Canada), ma eventi minori si tengono in molte altre città del mondo. Gli speaker in queste occasioni sono invitati a presentare le loro idee in una lezione di massimo 18 minuti. I loro interventi sono poi disponibili in streaming sul sito www.ted.com.

Diffondere la cultura

Ma quando è nata questa moda? Il TED è nato in America ed è gestito dall’organizzazione no-profit The Sapling Foundation. Il primo fu fatto nel 1984 e nacque come evento singolo per trasformarsi qualche anno dopo, nel 1990, in una conferenza annuale focalizzata su tecnologia e design che si teneva in California.

Con il passare degli anni la formula ha conquistato il mondo – oltre al Nord America , oggi si tengono TED anche in Europa e in Asia – e il campo di indagine si è poi esteso a temi che includono scienza, ambiente, arte, politica, architettura, musica e molto altro. Tutti gli interventi sono però rimasti fedeli alla loro missione originaria riassunta nella formulaideas worth spreading (“idee che val la pena diffondere”). Il tutto, senza scopo di lucro: l’ente che gestisce i TED è infatti no profit e le conferenze si finanziano grazie a una combinazione di varie entrate, tra cui tasse di partecipazione alla conferenza, sponsorizzazioni aziendali, supporto alla fondazione e vendite di libri.  

Come si organizzano i TEDx

Dai TED sono nati anche i TEDx, dove x sta per indipendente. Si tratta di conferenze che chiunque può organizzare in maniera autonoma, a patto di ricevere l’approvazione dell’associazione ufficiale. L’associazione rilascia una licenza solo se vengono rispettate alcune condizioni: gli eventi devono essere no-profit ed eventuali ticket di ingresso o sponsor devono coprire solo le spese di organizzazione. Inoltre gli speaker devono intervenire gratis e il materiale viene pubblicato secondo la licenza Creative Commons.

Organizzare l’evento, una volta avuta l’autorizzazione da TED, non è un’impresa semplice: occorre una squadra affiatata capace di individuare speaker, location e soprattutto sponsor.

Il primo TEDx organizzato in Italia si è tenuto a Cernobbio, TEDxLakeComo (2009), ma la moda sta dilagando in molte altre città, tanto che l’anno scorso in tutto il mondo TEDx ha raggiunto quota 10.000 talk. Mentre in Italia sono già in calendario moltissimi appuntamenti per i prossimi mesi. E che la formula sia efficace lo rivela anche il fatto che sia stata ormai stata adottata anche a livello aziendale. Alcune imprese, organizzano format di formazione per i loro dipendenti ispirati proprio a questo modello di divulgazione del sapere, semplice, efficace e soprattutto accessibile a tutti, anche in rete. 

TED
Iscriviti alla newsletter