10 consigli per un rientro a scuola senza stress - Semplice come

Precedente

I trucchi per rendere i tuoi contenuti sui social più interessanti

Successivo

Google: storia del motore di ricerca che ha cambiato il mondo

Tendenze

10 consigli per un rientro a scuola senza stress

di Jolanda Restano - 3 settembre 2018
Condividi su FacebookTwitta su TwitterCondividi su LinkedIn

Il rientro a scuola dopo le vacanze non è facile per nessuno: né per i bambini o ragazzi, né tantomeno per i genitori. Tornare alla routine dopo i tre lunghi mesi estivi dove ci si è tutti abituati a ritmi lenti e meno regole è piuttosto problematico. La sola idea di sedersi tutti i giorni dietro ai banchi e sentire la campanella produce nei piccoli un senso di costrizione e mancanza di libertà, anche se mitigato dalla gioia di rivedere i compagni.

Contemporaneamente nelle mamme e nei papà il pensiero di riprendere in mano l’organizzazione quotidiana, fra lavoro e varie attività casalinghe, rischia di rovinare la fine dell’estate.

Il segreto è non farsi prendere dal loop di stress e negatività, ma di volgere i pensieri sempre al positivo, concentrandosi sui tanti e bei giorni di vacanza, sulle mille avventure ed esperienze positive, che serviranno come benzina per ricominciare con una marcia in più. La scuola in fondo ha anche i suoi lati belli: gli amici, le risate in classe, gli scherzi e gli intervalli.

È fondamentale trasmettere entusiasmo per il nuovo anno scolastico, puntando su novità e progetti da intraprendere insieme, senza perdersi dentro troppi rimpianti per l’estate volata via.

Il ruolo degli adulti è importantissimo perché i nostri figli affrontino il rientro col piede giusto e il sorriso sulle labbra: dobbiamo preparare per loro il terreno per un rientro soft, cominciando fin dagli ultimi giorni di vacanza a pianificare e organizzare il back to school senza stress.

Niente corse la sera prima per finire i compiti delle vacanze o spedizioni last minute a comprare i libri e i quaderni, per intenderci. Anche i fortunati che possono stare in villeggiatura fino all’ultimo, è bene che comincino a ri-sintonizzarsi con il tran-tran che li aspetterà appena a casa, modificando gradualmente le loro abitudini. Solo così eviteranno il classico shock da rientro.

Ecco 10 consigli pratici per sopravvivere felici alla fine delle vacanze e all’inizio della scuola:

1)  Reset della sveglia almeno due settimane prima del primo giorno di scuola

In estate anche i bimbi piccoli hanno il permesso di tirare un po’ più tardi la sera e la mattina può essere problematica la sveglia. Per non trovarsi impreparati, è utile anticipare il risveglio mattutino poco per volta, 15 minuti al giorno in modo da ritrovarsi freschi e riposati all’appuntamento con la campanella.

2) Riaprire i libri e i quaderni

C’è chi ha finito i compiti a giugno per levarsi il pensiero e chi si è portato i libri in vacanza senza nemmeno aprirli. In tutti i casi, un paio di settimane prima dell’inizio della scuola è una buona idea fare un po’ di esercizio: lettura di un buon libro, ripasso tabelline, diario delle vacanze, sono tutte attività utili a rientrare nell’ordine di idee dello studio, ma senza stress.

3) Niente ore piccole

Come bisogna anticipare la sveglia, bisogna anche ricominciare ad andare a letto come Cenerentola. Basta con le feste, le serate a contare le stelle cadenti e i bagordi, dalla fine di agosto la nanna va progressivamente anticipata. Una partita a carte e buonanotte a tutta la famiglia.

4)  La colazione dei campioni

In vacanza di solito le colazioni sono pigre e abbondanti, cercate di mantenere questa buona abitudine anche al rientro, quando i piccoli avranno bisogno di energia per affrontare le prime ore a scuola fino alla ricreazione. Anche se toccherà velocizzare i tempi, prendete l’impegno a riunirvi a tavola al mattino, ci guadagnerete tutti in salute e buonumore.

5) Operazione cartella e astuccio

La scelta della nuova cartella o il “rimessaggio” della vecchia è un’attività che aiuta a predisporre l’animo degli studenti al nuovo anno. Preparare zainetti o trolley qualche giorno prima della campanella, riempiendoli di tutto il necessario e rifornire l’astuccio con matite e penne è fondamentale per partire bene ed essere a metà dell’opera.

6) Pianificare nuove attività extra-scolastiche

Se siete in città nelle prime settimane di settembre, potete approfittarne per fare un giro di palestre, piscine, centri sportivi o scuole di musica e danza insieme ai vostri figli per pianificare le attività extra-scolastiche.

Intraprendere un nuovo sport o confermare l’iscrizione alla squadra di calcio può spronare i ragazzi a cominciare l’anno con grinta. Una volta decisi gli impegni pomeridiani, potete compilare il calendario settimanale insieme a loro e appenderlo al frigorifero, così avete ben in vista cosa vi aspetta.

7) Missione decluttering della scrivania

Lavorate insieme ai bambini per ripulire scaffali e scrivania dai vecchi libri e quaderni dell’anno scorso, facendo spazio al nuovo materiale. E già che ci siete approfittatene per mettere in cantina giochi troppo da piccoli che non si useranno più.

8) Nuove regole e buoni propositi familiari

Anno scolastico nuovo, nuove regole e abitudini da condividere in famiglia. Dal proposito di preparare vestiti e cartella la sera prima, al limite temporale per tv e videogiochi fino all’orario per la nanna e la pizza della domenica sera, tutto va ri-contrattato per evitare brutte sorprese nel corso dei mesi.

9) Sfruttare gli ultimi raggi di sole

Ci aspetta un lungo periodo di letargo invernale, cercate di sfruttare la fine dell’estate per giocare e stare all’aria aperta il più possibile. Per un pieno di buon-umore, se potete, organizzate anche qualche fuga o scampagnata settembrina, che oltre a mantenere l’abbronzatura, farà riemergere un po’ della spensieratezza vacanziera.

10) Merenda party con gli amichetti

Se nonostante gli sforzi i bambini vi sembrano tristi e col muso lungo per l’inizio della scuola, improvvisate una bella rimpatriata con compagni e amichetti: una merenda al parco o una pizzata saranno belle occasioni per rivedersi, feseggiare e raccontarsi le vacanze, prima che gli impegni quotidiani diventino pressanti.

Jolanda Restano

Jolanda Restano

Jolanda si laurea in Farmacia presso l’Università degli Studi di Pavia e per alcuni anni si dedica alla ricerca scientifica. Nel 1996 diventa responsabile dei contenuti del servizio on-line Salute Medicina Internet di Edra. Nel 1998 è autrice della maggiore directory italiana specializzata di medicina, “Internet per le scienze mediche. Manuale di navigazione in medicina” . Nel 2000 lancia Filastrocche.it, divenuto uno dei servizi on-line di maggior successo in Italia dedicati all’infanzia, che oggi propone un database di oltre 17.000 testi e migliaia di creazioni, raccolte con la partecipazione del pubblico della rete. Diventa anche autrice e producer di contenuti per bambini (libri, fiabe cantate su CD, siti web…) e apre il suo blog personale, Mammachespasso. Con Jopweb Jolanda ha servito alcune delle maggiori aziende che si rivolgono a mamme e bimbi bimbi.

Iscriviti alla newsletter