5 cose che potresti esserti chiesto sul Coronavirus - Semplice come
Coronavirus, 5 cose utili da sapere nella vita di ogni giorno

Precedente

Coronavirus: 5 parole che senti spesso, ma che non sei sicuro di sapere cosa significano

Successivo

Come restare sereni e in forma al tempo del Coronavirus

Tendenze

5 cose che potresti esserti chiesto sul Coronavirus

13 Marzo 2020
Condividi su FacebookTwitta su TwitterCondividi su LinkedIn

Di Coronavirus in questo periodo si parla 24 ore su 24 e in una situazione del genere è inevitabile che molte tra le informazioni che circolano sulla malattia e sul contagio risultino imprecise o addirittura non vere. Per questo motivo è sempre importante conoscere le fonti e affidarsi unicamente a quelle delle istituzionali ufficiali. 

Ecco dunque alcune domande che potresti esserti fatto sul Coronavirus alle quali le fonti ufficiali hanno dato già una risposta.

Riguarda solo gli anziani?

No. Da una parte le statistiche raccolte sulla malattia evidenziano che le persone in stato d’età avanzato sono più a rischio di sviluppare forme più serie dell’infezione, ma d’altro canto esiste una percentuale di persone anche al di sotto dei 50-60 anni che risultata colpita da polmoniti gravi. Gli anziani sono tra le categorie che devono esercitare particolare attenzione a non esporsi al virus, ma tutti sono tenuti ad osservare le disposizioni governative sia per il bene della comunità, che per preservare la propria salute.

C’è il rischio di restare senza cibo?

I supermercati e i negozi di alimentari sono tra le poche attività rimaste aperte dopo gli ultimi provvedimenti. Lo stesso vale per le attività produttive necessarie a mantenere rifornite queste attività, che non subiranno stop.

Si può bere l’acqua del rubinetto?

Tra i metodi di trasmissione del Coronavirus non c’è assolutamente l’acqua del rubinetto. La rassicurazione arriva dall’Istituto Superiore di Sanità, che spiega anche il perché: le fasi di depurazione e di infezione che caratterizzano i metodi di trattamento di queste acque sono più che sufficienti a neutralizzare e rimuovere ogni tipologia di virus dal loro interno.

Si può ordinare online dalla Cina?

Si può fare. Secondo l’Istituto Superiore di Sanità, ricevere pacchi dal Paese orientale non sottopone ad alcun rischio. Il Coronavirus può sopravvivere sulle superfici per poche ore fino ad un massimo di alcuni giorni e dunque non rappresenta una minaccia per questo tipo di spedizioni.

Indossare cuffie e auricolari è sicuro?

Trattandosi di un virus respiratorio, SARS-CoV-2 può entrare nell’organismo attraverso le mucose di naso, bocca e occhi; indossare un paio di auricolari o di cuffie già utilizzati da altre persone non rappresenta dunque un rischio. Anche in questo caso a ricordarlo è l’ISS, che raccomanda comunque — dopo aver utilizzato oggetti sporchi — di lavarsi bene le mani: sono infatti queste che poi, portate al volto, potrebbero fare da tramite per il contagio.

 _______________________

Fonti:

Anziani

Supermercati

Acqua del rubinetto

Cina

Auricolari
Iscriviti alla newsletter