Come aiutare i più piccoli a capire (e affrontare) il Coronavirus - Semplice come
Coronavirus, 5 cose utili da sapere nella vita di ogni giorno

Precedente

Come restare sereni e in forma al tempo del Coronavirus

Successivo

Mascherine, guanti, aerazione della casa: facciamo chiarezza

Tendenze

Come aiutare i più piccoli a capire (e affrontare) il Coronavirus

di Andrea Daniele Signorelli - 23 Marzo 2020
Condividi su FacebookTwitta su TwitterCondividi su LinkedIn

Per aiutare i più piccoli ad affrontare con serenità il delicato periodo che stiamo affrontando bastano alcune accortezze (segnalate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità). Consigli tanto importanti quanto semplici, che si basano su poche parole d’ordine: pazienza, sincerità e compagnia.

Comprendere le reazioni

In alcuni casi, le bambine e i bambini potrebbero apparire tranquilli, ma questo non significa che non stiano attraversando un periodo di stress. Se notate comportamenti anomali – tra cui l’OMS segnala rabbia, arrendevolezza, agitazione, ansia, insistenza – è molto probabile che siano riconducibili ai cambiamenti nella loro vita causati dall’epidemia di Coronavirus. È importante in questi casi reagire sostenendoli e supportandoli, ascoltando le loro preoccupazioni e offrendo ancora più attenzione e affetto del solito.

Tienili vicino a te

Per quanto possibile, cerca di essere fisicamente vicino a loro anche nei momenti in cui non siamo in grado di prestare attenzione diretta: li aiuterà comunque a rilassarsi. Quando hai tempo, cerca invece di dedicarti ai figli, di farli giocare, di parlare e di interagire. Questo vale anche nei casi in cui, per svariate ragioni, potremmo trovarci per qualche tempo a distanza da loro: stabilisci dei contatti regolari attraverso le telefonate e sfrutta anche altri strumenti. Usando una webcam, per esempio, è possibile far sentire la nostra presenza con costanza e interagire solo nel momento in cui è da loro richiesto.

Spiega cosa sta succedendo

Non bisogna nascondere la verità sulla fase che stiamo affrontando: racconta loro cosa sta accadendo in maniera semplice e comprensibile, fornendo informazioni chiare e usando parole che i bambini della loro età possano capire. 

Mantieni la routine

La scuola è sospesa e non è possibile giocare all’aperto con gli amici. Nonostante questo, è importante non stravolgere le normali abitudini: mantieni per quanto possibile intatti i loro orari, dedicando il mattino all’educazione o all’apprendimento e conservando per il tempo libero le solite ore. Cerca di giocare con loro quanto più tempo ti è possibile.

Fornisci informazioni pratiche

Senza allarmismi e spiegando che si tratta di una situazione temporanea, fornisci comunque indicazioni pratiche su come ridurre al minimo i rischi di contagio e su alcune evenienze che potrebbero verificarsi (per esempio un membro della famiglia che per qualche tempo potrebbe aver bisogno di restare in ospedale). Usando parole semplici e chiare a seconda della loro età, spiega tutto ciò che ritieni sia importante che sappiano. Permetterà anche a te di stare più sereno.

_______________________

Fonte:

Aiutare i bambini a far fronte allo stress
Andrea Daniele Signorelli

Andrea Daniele Signorelli

(Milano, 1982), scrive di politica, tecnologia, new media. Esperto di digital, affronta e analizza il rapporto che intercorre tra innovazione e società, concentrandosi sui cambiamenti che le nuove tecnologie hanno portato anche nel mondo del lavoro. Collabora con La Stampa, Prismo, Rivista Studio, cheFare e altri. Collabora come editor e traduttore per alcune case editrici. Ha pubblicato il saggio “Tiratura Illimitata: inchiesta sul giornalismo che cambia”. Nel 2017 ha pubblicato Rivoluzione Artificiale: l’uomo nell’epoca delle macchine intelligenti per Informant Edizioni.

Iscriviti alla newsletter