Come nascono i black friday - Semplice come

Precedente

Escher: perché la sua arte ha dei legami con la matematica

Successivo

Meme: cosa sono e perché si chiamano così

Tendenze

Come nascono i black friday

21 novembre 2018
Condividi su FacebookTwitta su TwitterCondividi su LinkedIn

Per gli amanti dello shopping è un appuntamento irrinunciabile: il 23 novembre sarà il Black Friday il giorno in cui è possibile fare acquisti a prezzi scontatissimi. La giornata è cruciale e ha un impatto determinante sull’economia: negli Usa – dove è nata la tradizione del cosiddetto “venerdì nero” – circa il 30% delle vendite al dettaglio annuali si verificano tra il Black Friday e il Natale. Ma quando è nata la tradizione e perché?

Le origini risalgono a un secolo fa quando nelle principali città degli Stati Uniti si diffuse la moda dei centri commerciali. In occasione della festa del ringraziamento – il quarto giovedì di novembre – all’interno dei grandi negozi e per le vie limitrofe si organizzavano parate pubblicitarie che aprivano la stagione degli acquisti di Natale. Con il tempo divenne una regola non scritta che nessun negozio facesse pubblicità natalizia prima di allora e che dal giorno successivo iniziasse la stagione dello shopping con ribassi importanti.

Negli Anni Ottanta la moda è esplosa dilagando in molte economie, dal Sud America all’Europa. E con essa anche il nome, black friday: venerdì nero. La sua origine, potrebbe essere dovuta al fatto che le strade delle principali città in quel giorno diventano congestionate per il traffico. Ma c’è anche chi ritiene che il nome sia un’allusione ai libri contabili dei commercianti che in quel venerdì passavano dal colore rosso (che indicava le perdite) al colore nero (che indicava i guadagni).

Di certo il Black Friday soprattutto in America oggi è sinonimo di guadagni, ma anche di caos. I rivenditori in alcuni casi aprono addirittura a mezzanotte del giovedì precedente trovando davanti al negozio file di acquirenti agguerriti, in attesa da ore per fare l’acquisto dell’anno. La gestione dell’ordine pubblico e della sicurezza sta così diventando sempre complicata e a beneficiarne sono soprattutto i rivenditori on line.

Nel 2017, le vendite online nel giorno del Black Friday non a caso sono cresciute del 18% raggiungendo un record di 7,9 miliardi di dollari. Il 40% di questi acquisti è stato effettuato da telefoni cellulari (con un aumento del 29% rispetto all’anno precedente).

Anche in Italia la moda si sta imponendo. Da noi i settori che hanno garantito maggiori promozioni sono quelli di musica, libri, film, videogame e sport e il budget medio investito è di 250 euro a consumatore, con una preferenza d’acquisto concentrata prevalentemente sui prodotti tecnologici.

E che siano questi a fare da padroni lo conferma anche il fatto che da qualche anno al Black Friday si è affiancato anche il Cyber Monday: si festeggia il lunedì successivo e consiste in un’altra giornata di offerte questa volta relative all’elettronica di consumo.

Poco tempo per leggere? Ascolta il vodcast!

Black Friday

 

Iscriviti alla newsletter