Cos’è il Cyber Monday - Semplice come
Cos’è il Cyber Monday

Precedente

Pinocchio: come il burattino più famoso della storia ha influenzato l’arte

Successivo

Burnout: cos’è e come si combatte lo stress da troppo lavoro

Tendenze

Cos’è il Cyber Monday

28 Novembre 2019
Condividi su FacebookTwitta su TwitterCondividi su LinkedIn

Nonostante sia una tradizione nata negli Stati Uniti, ormai anche in Italia quella di aspettare il venerdì successivo al Giorno del Ringraziamento per fare acquisti è diventata una consuetudine. La ricorrenza si chiama Black Friday, dura 24 ore ed è ormai nota in tutto il mondo presso milioni di consumatori per via degli sconti che molti esercenti online e offline praticano sui propri prodotti. Quel che è meno noto è che il Black Friday ha una sorta di replica che ha luogo esattamente tre giorni dopo, ovvero il lunedì: si chiama Cyber Monday, ha luogo principalmente online e quest’anno cade lunedì 2 dicembre.

Cos’è il Cyber Monday

Il nome in realtà spiega già quasi tutto ciò che c’è da sapere sulla ricorrenza. Se il Black Friday è la giornata dedicata agli acquisti a 360 gradi che ormai coinvolge ogni tipologia di esercizio commerciale, il Cyber Monday è una ulteriore 24 ore di sconti e offerte celebrata principalmente dai siti di e-commerce, che siano colossi della distribuzione online o piccoli esercenti.

La storia del Cyber Monday 

La storia del Cyber Monday non affonda le sue radici negli anni ‘60 come il Black Friday, ma risale a questo secolo e precisamente al 2005. La locuzione è stata coniata in quell’anno in riferimento agli acquisti effettuati online (da qui deriva l’aggettivo Cyber della ricorrenza) nel lunedì immediatamente dopo il weekend del Ringraziamento, e si ritrova inizialmente in un comunicato stampa della Federazione nazionale dei commercianti statunitensi che parlava di come questo lunedì stesse “velocemente diventando uno dei giorni più importanti dell’anno per lo shopping”.

L’associazione aveva chiaramente tutto l’interesse nell’accendere i riflettori su un’ulteriore giornata esclusivamente dedicata agli acquisti in aggiunta al Black Friday, ma ha comunque lavorato su un dato autentico: nel periodo immediatamente successivo al Giorno del Ringraziamento – ancora galvanizzati dagli acquisti del venerdì – i consumatori statunitensi hanno sempre mostrato una maggiore propensione alla spesa. Il successo del lunedì è dipeso però in larga parte dall’avvento di Internet e dei siti di e-commerce, che per la prima volta hanno permesso ai consumatori di effettuare acquisti in massa anche dall’ufficio, spesso relativi alle merci già visionate nel corso del weekend, o proprio in sostituzione alle spese mancate del venerdì precedente.

Sempre più entusiasmo

Il successo della formula è cresciuto di pari passo con la diffusione delle connessioni a banda larga in tutto il Paese e nel resto del mondo, e ormai è difficile da ignorare: dal battesimo ufficiale del Cyber Monday la ricorrenza negli Stati Uniti ha riscosso sempre più entusiasmo tra i consumatori, facendo registrare ogni anno introiti totali in costante crescita con tassi che variano dal 16 al 26%. Non era difficile insomma prevedere che il modello si diffondesse anche in altri Paesi, spesso importato da multinazionali statunitensi, ma adottato con entusiasmo dalle realtà online locali. 

Iscriviti alla newsletter